In direzione ostinata e contraria

"L'educazione è l'arma più potente che può cambiare il mondo"

Nelson Mandela

Progetto Mandela

PROGETTO MANDELA è un'esperienza educativa e formativa in campo creativo, basata su dinamiche partecipative, rivolta ai giovani e alla comunità, che consente di sperimentare la partecipazione attiva nel processo creativo e stimola scambi tra artisti e la comunità.
Nei vari laboratori i partecipanti hanno l'opportunità di vivere contesti di apprendimento non formali ed informali, in un percorso che valorizza la creatività dei singoli, stimolati a sperimentarsi nel trovare soluzioni innovative (di livello sia tecnico che artistico-creativo) con il metodo learning by doing e della partecipazione attiva.
Ognuno è portato ad assumere ruoli di responsabilità lavorando accanto ad artisti e esperti di ogni settore, nella realizzazione di eventi, spettacoli e prodotti culturali.

Progetto Mandela dal punto di vista delle competenze non si sostituisce in nessun modo ad un'accademia, non è professionalizzante, ma consente ai partecipanti di vivere un'esperienza concreta, di sperimentare le proprie capacità e attitudini artistiche, di conoscere e amare il teatro e le varie espressioni performative per sentirsi innanzitutto parte di una comunità e, oltre ad essere “attori”, diventare fruitori consapevoli e appassionati.
L'atto creativo diventa strumento per veicolare contenuti di impegno civile e stimola la presa di coscienza dei partecipanti rispetto alle tematiche dei diritti umani.
Pur non essendo una scuola professionale, questo modello di lavoro ha permesso a tanti giovani di scegliere con grande consapevolezza una loro strada nel campo tecnico/artistico.

L'officina dei giovani

Progetto Mandela mette in campo un progetto culturale complesso e difficilmente classificabile con categorie tradizionali. Lo stretto rapporto con le scuole ha consolidato un forte coinvolgimento dei giovani in un continuo scambio con gli “adulti” e i professionisti nelle attività creative e produttive.
Le attività non sono esclusivamente riservate ai giovani e hanno come obiettivo il più ampio coinvolgimento della cittadinanza e del dialogo tra generazioni per la diffusione di una cultura dei diritti. Gli stessi laboratori, che sono sì frequentati per la maggior parte da giovani, vedono il coinvolgimento di adulti non solo come “formatori” ma anche come utenti che a loro volta mettono a disposizione competenze allargate.
Questo meccanismo ha permesso negli anni una proficua, varia e innovativa attività culturale basata sulla partecipazione della comunità dove i giovani hanno trovato e continuano a trovare un terreno libero per sperimentare senza essere giudicati ed esprimere la loro creatività, dove poter conoscere, socializzare, crescere. Per i giovani Progetto Mandela è una palestra, un percorso di conoscenza e di scoperta delle proprie attitudini, un momento di crescita e di responsabilizzazione, per gli artisti un’officina dove mettersi in gioco e coltivare l’ascolto.

Inte(g)razione

Il teatro crea relazioni, esiste perché mette in contatto persone e le loro storie. Quale strumento migliore per avvicinare chi non si conosce, chi è “straniero”. Progetto Mandela lavora attivamente sull’incontro di persone provenienti da paesi diversi con la comunità locale. In collaborazione con le strutture di accoglienza per i richiedenti asilo, l’inclusione nei laboratori delle persone migranti è una costante delle attività, seguendo però un principio fondamentale: non si fa attività per i migranti ma i migranti partecipano alle attività Solo così si può avviare un efficace processo di integrazione e di con-vivenza ed evitare di costruire ghetti. I risultati raggiunti negli ultimi anni sono stati davvero molto positivi.

A scuola

LEZIONI, LIBRI, CORSI, CONFERENZE,
RASSEGNE, CONSULENZE

Il Progetto Mandela nasce in stretto collegamento con il mondo della scuola e della formazione per creare stimolanti sinergie arte, comunità e il mondo dell’istruzione. Combattere il razzismo e l’intolleranza, frutto di ignoranza e pregiudizio, significa operare prima di tutto nel campo della cultura e della conoscenza. Alla scuola come istituzione, agli studenti e agli insegnanti, il Progetto Mandela propone varie forme di collaborazione. Anche se i laboratori di Progetto Mandela si svolgono in orari non scolastici, gli argomenti trattati possono essere collegati ai programmi curricolari e permettono in tal modo di creare un ponte tra la scuole e l’attualità politica e sociale. Lo scopo di questa sinergia, fin dall’inizio, è stato quello di allargare verso l’esterno lo sguardo di una cultura scolastica spesso imbrigliata e lontana dalla realtà.

Il Progetto Mandela non solo propone ma accoglie stimoli provenienti dalle scuole stesse e agisce in varie forme, con proposte di adozioni di libri legati alle tematiche degli spettacoli, o schede didattiche per rendere la fruizione da parte degli studenti più profonda e coinvolgente, lezioni in classe, organizzazione di giornate a tema per le assemblee di istituto, drammatizzazioni e rassegne, letture, concorsi, questionari e consulenze.